Home Recensioni Le migliori penne USB per il tuo stereo
Le migliori penne USB per il tuo stereo

Le migliori penne USB per il tuo stereo

212
0

Nonostante possa sembrare banale, scegliere una penna USB potrebbe non essere così semplice. Ad oggi infatti, ci sono moltissime chiavette USB diverse in commercio, con tante piccole differenze che potrebbero rendere la scelta lenta e difficile.

Per questo oggi ti mostrerò alcuni modelli adatti allo stereo della tua auto, illustrandoti per ognuno di questi quali sono i pro ed i contro della scelta. Andremo inoltre ad analizzare solo penne USB da 16 GB, in modo da poter confrontare tutte le caratteristiche a parità di memoria. Iniziamo!

 

Verbatim Store ‘n’ Stay

La prima pennetta USB che andremo ad analizzare è la Verbatim Store ‘n’ Stay. Questa memoria USB è stata progettata appositamente per “sparire” una volta collegata allo stereo (o al computer). Il punto di forza appare quindi evidente: è una pennetta davvero molto piccola, che punta tutto sulle dimensioni e che non ci farà davvero pentire della scelta.

Contro: la pennetta (nonostante faccia bene il suo lavoro) è ormai abbastanza datata (2011) e presenta quindi lo standard USB 2.0, il che ci farebbe perdere un po’ di tempo durante la copia dei nostri brani preferiti.

 

SanDisk Cruzer Fit

La SanDisk Cruzer Fit è un’ottima penna USB. Punta anch’essa tutto sulle dimensioni, ma, differentemente dalla Verbatim, presenta un comodo cappuccio protettivo. Questa aggiunta potrebbe risultare particolarmente comoda nel caso si preveda di non mantenere sempre la pennetta collegata, salvandola quindi da polvere o graffi sul connettore che potrebbero renderla inutilizzabile.

Contro: anche su questa pennetta, come nel caso della Verbatim, abbiamo i seguenti “difetti”: penna USB datata (fine 2011) e conseguente standard USB superato (2.0).

 

Kingston DataTraveler DT50

Con la Kingston DT50 cambiamo totalmente stile: la penna USB è più recente (metà 2016), più performante e più economica. Con la DT50 avremo dei tempi di copia drasticamente ridotti, grazie alla velocità di collegamento data dallo standard USB 3.0.

Contro: il primo difetto che ci salta all’occhio è la dimensione, differentemente dalle due analizzate in precedenza la penna USB di casa Kingston è di dimensioni nettamente generose. Manca inoltre il cappuccio protettivo (come per la Verbatim) ed i materiali  che compongono il rivestimento fanno si che si che la pennetta surriscaldi dopo mezz’ora di utilizzo.

 

SanDisk Ultra Fit USB 3.0

Proseguiamo con la SanDisk Ultra Fit 3.0. Con questa penna USB saliamo ulteriormente di qualità e troviamo una pennetta con le prestazioni dello standard USB 3.0 (fino a 130 MB/s in lettura) e delle dimensioni davvero ridotte.

Contro: Il cappuccio protettivo (tappo) non è presente. Il prezzo è più alto rispetto alle precedenti

 

SanDisk Ultra Fit USB 3.1

L’ultima pennetta che andiamo ad analizzare è la SanDisk Ultra Fit 3.1. Questa pennetta è l’evoluzione della precedente, ed utilizza l’ultimo standard USB, garantendo prestazioni ancora migliori, senza però rinunciare alle dimensioni davvero ridotte (anche se di pochissimo più grande della precedente). E’ delle quattro la penna USB più recente (fine 2017).

Contro: Come nella versione precedente della SanDisk Ultra Fit il cappuccio protettivo è assente.

 

Conclusione

Come probabilmente avrai già capito, ci sono molti fattori da tenere in considerazione per acquistare una chiavetta USB: dal prezzo alle performance, senza però dimenticare la comodità. Una volta chiari questi fattori è possibile scegliere fra le tantissime pennette in circolazione.

Noi abbiamo scelto la SanDisk Ultra Fit 3.1. E voi? Cosa ne pensate?

Fateci sapere la vostra!

 

Articolo Letto: 212 volte

Ho pensato potrebbe interessarti:

Commenti

Giulio Classe '94. Studente di informatica ed appassionato di, Web, PC, Videogiochi e di tutto ciò che sa di elettronico. Co-fondatore di Tutti On.