Home News Business ma non solo: ecco come gestire e programmare via Web l’invio di sms
Business ma non solo: ecco come gestire e programmare via Web l’invio di sms

Business ma non solo: ecco come gestire e programmare via Web l’invio di sms

208
0

Negli ultimi anni si è spesso detto che i “messaggini” hanno riscoperto una nuova funzione, passando dall’essere il mezzo preferito di comunicazione tra gli utenti di tutto il mondo, Italia inclusa, al diventare un vero e proprio strumento di marketing. Di fronte all’incedere inarrestabile delle nuove app di messaggistica istantanea e online come Whatsapp, infatti, i “vecchi” sms hanno cambiato obiettivo, scoprendosi comunque sempre utili.

La comunicazione via SMS

Basta guardare ai nostri dispositivi per rendercene conto: quasi ogni giorno riceviamo nuove comunicazioni via sms, soprattutto in ambito pubblicitario e promozionale, e in molti casi siamo anche pronti a leggere il testo contenuto nel messaggio, che può servire per essere informati su sconti, promozioni, manifestazioni e quant’altro. Uscendo dal lato business, poi, gli sms sono utilizzati anche a livello “sociale” come mezzo veloce di comunicazione dei Comuni, o degli enti, o come strumento per la raccolta di fondi per le campagne umanitarie.

I vantaggi dei messaggini

Insomma, tanti servizi che sfruttano lo stesso mezzo e gli stessi 160 caratteri che, una volta, bastavano a malapena a scambiare saluti con amici e parenti. Il perché di questo rinnovato lo spiegano alcune ricerche di marketing, che mettono in risalto l’affidabilità che gli utenti riservano alla comunicazione via sms: sul mercato statunitense, un consumatore su due ha raccontato di aver effettuato un acquisto online dopo aver ricevuto una segnalazione da parte di SMS promozionale, mentre in Francia la percentuale di utenti “convinti” scende di poco, fermandosi al 43 per cento.

Meglio un SMS di un messaggio Whatsapp

Anche in Italia c’è un trend interessante nei confronti di questa “vecchia” tecnologia, che batte le più giovani rivali quando si tratta di apprezzamento: secondo la Doxa, infatti, per gli italiani ricevere un sms è meno invadente e fastidioso di un contatto che avviene via mail o via Whatsapp.

Programmare l'invio di SMS

Come programmare l’invio di SMS

Quanto scritto serve non solo a spiegare perché riceviamo tanti sms, ma anche a sottolineare l’importanza, soprattutto per chi opera in ambito Web e soprattutto eCommerce, di aggiungere un’altra “freccia” all’arco delle proprie campagne digitali, attivando una strategia basata anche sui messaggini. Per approcciare a questo metodo si può fare riferimento a una delle varie piattaforme specializzate presenti nel nostro Paese, tra cui Smshosting.it, sottoscrivere uno dei pacchetti presenti e iniziare a studiare le possibilità promozionali, come programmare l’invio di SMS per dare una spinta al proprio lavoro.

Primo passo, caricare il file rubrica

Ma come funziona questo sistema? In parole molto semplici, per attivare queste funzioni è necessario compilare un documento in formato excel (che consente anche una immediata integrazione con gestionali) in cui è presente l’elenco dei destinatari della propria campagna promozionale. Ovviamente, è bene specificare che ogni utente che sarà contattato deve aver consentito all’utilizzo a fini promozionali del proprio numero di telefono, così da evitare di incappare in situazioni spiacevoli.

Persone con Smartphone in mano

Impostare le preferenze

Il secondo passo è ancora più facile, perché i software delle piattaforme ad hoc consentono di prestabilire quali sono le ricorrenze e le date da abbinare a ogni singolo contatto presente in rubrica (ideale per inviare sms di buon compleanno o per attivare i reminder di scadenze), oppure di programmare una data di invio cumulativo (ad esempio, per informare della partenza di campagne promozionali, di vendite scontate e così via). Chi già possiede e utilizza Google Calendar, poi, deve faticare ancora meno, perché basta sincronizzare la piattaforma con il proprio account per iniziare a utilizzare la strategia di sms.

Scrivere il messaggio

L’unico limite, a ben vedere, è quello tipico dei messaggini: i caratteri infatti sono “contati”, proprio come una volta, ma per il resto c’è libertà di comporre il testo del messaggio secondo quello che si ritiene essere il metodo più utile e funzionali agli obiettivi. Inoltre, è possibile creare vari “archivi” di messaggi con consegna programmata alla data e all’orario che si preferisce, così da adeguare il contenuto dell’informazione al periodo di riferimento.

Articolo Letto: 208 volte

Ho pensato potrebbe interessarti:

Commenti

Giulio Classe '94. Studente di informatica ed appassionato di, Web, PC, Videogiochi e di tutto ciò che sa di elettronico. Co-fondatore di Tutti On.